Dove si trova

MAPPA DELLA PROVINCIA

Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

PALAZZO LUCATELLI

 
Palazzo Lucatelli

Prospettando con la sua ricca facciata barocco-spagnoleggiante sulla piazza arricchita dalla bella fontana con cavallo marmoreo circondata da aiuole ed alberi, l’edificio si impone sulla Piazza Lucatelli, abbracciando un intero isolato del centro storico, comprendente l’Ospedale Sant’Antonio e l’Ospedale dei pellegrini e dei convalescenti, che nel 1633 venne costruito addossato al primo con ingresso in via Verdi. Nel 1455, essendo ormai insufficienti i vecchi locali dell’Ospedale Sant’Antonio situati nei pressi della chiesa di San Pietro, si iniziò la costruzione di questo nuovo ospedale, per il quale fu scelto l’attuale sito nel quartiere Palazzo. Al 1541 risalgono i due portali laterali a disegno geometrico con semplici sculture nell’architrave, e il portale centrale limitato da doppie colonne intervallate da nicchie sferiche. Nel 1628 fu costruito il piano superiore, e completato il prospetto con l’apposizione del nome e dello stemma del Capitano Lazzaro Lucatelli, antico proprietario dell’edificio e donatore dello stesso alla città. Su disegno dell’architetto Giovanni Biagio Amico nel 1742 fu costruito il terzo corridoio, mentre nel 1758 venne completata la facciata: i tre portali neocinquecenteschi furono sormontati da sontuosi balconi barocco-spagnoleggianti, e in una nicchia tra le volute del timpano del balcone centrale fu collocato il busto del mecenate Capitano Lucatelli. Una scala a due rampe opposte, parallele al prospetto, conduce al portale d’ingresso che immette nel vestibolo. Cornici e lesene racchiudono la triplice presenza del motivo di portale e balcone, mentre gli altri prospetti conservano un anonimato completamente privo di modanature plastiche, pur essendo scandito da vani porta, balconi e finestre. Unico elemento decorativo sulla via Verdi è un piccolo portale limitato da semicolonne tortili, sormontato da un balcone con ricche modanature e concluso da un timpano semicircolare spezzato.

Numero tappa 1

Vedi comune di appartenenza